Mon - Fri: 9:00 - 17:30
Sat-Sun Closed
+356 21244895
Phone
55/1 Giuseppe Calì Street XBX1425 Ta' Xbiex Malta

NEWS

Malta: Le scuole riapriranno la prossima settimana, i negozi dal 26 aprile

Pin It

COVID19-1Il primo ministro, il ministro della salute e il capo della sanità pubblica parlano 

Le scuole elementari, gli asili e i centri per l'infanzia riapriranno lunedì 12 aprile, mentre i negozi e i servizi non essenziali riapriranno il 26 aprile, ha detto lunedì il primo ministro Robert Abela.

Le scuole medie riprenderanno le lezioni mercoledì, mentre gli studenti della scuola secondaria torneranno in classe venerdì. L'istruzione post-secondaria rimarrà online per il momento.

Piano riapertura

Lunedì 12 aprile:
- Centri per l'infanzia, asili, scuole primarie riaprono
- Riprendono gli interventi chirurgici elettivi all'ospedale Mater Dei
- Riprendono le visite alle case di riposo

Mercoledì 14 aprile:
- Riapertura delle scuole medie

Venerdì 16 aprile:
- Riapertura delle scuole secondarie

Domenica 18 aprile:
- Ripresa delle messe

Lunedì 26 aprile:
- Riapertura di negozi e servizi non essenziali
- Gruppi fino a quattro persone ammessi in pubblico (da due)

Martedì 1 giugno:
- Riapertura del turismo
- I matrimoni possono essere consentiti

Ancora nessuna data per:
- Bar e ristoranti
- Sport organizzati
- Buoni sconto

Anche gli interventi chirurgici non urgenti all'ospedale Mater Dei e le visite alle case di riposo potranno riprendere la prossima settimana, ha detto Abela. La regola che proibisce a più di due persone di riunirsi in pubblico sarà attenuata e il limite aumentato a quattro a partire dal 26 aprile.

Le chiese saranno autorizzate a celebrare messe a partire dal 18 aprile.

Bar e ristoranti rimarranno chiusi per il momento e lo sport organizzato rimane vietato. Anche i matrimoni rimangono proibiti, anche se Abela ha detto che potrebbero essere permessi a partire dal 1° giugno. Decisioni in merito saranno prese a tempo debito, ha detto.

Abela ha detto che è troppo presto per parlare della ripresa degli eventi di massa, poiché il governo sta riaprendo "con cautela" con la priorità data al ripristino della normalità nei settori dell'istruzione e della sanità.

Le domande poste da Times of Malta sulla riapertura delle palestre, la ripresa delle attività extrascolastiche o le modifiche alle regole sui raduni nelle case private non hanno avuto risposta.

Attualmente, non più di due famiglie possono riunirsi in residenze private, e la polizia, i funzionari della comunità e altre agenzie di applicazione possono entrare nelle case private sulla base di un rapporto presentato.

Il primo ministro ha annunciato il piano di riapertura durante una conferenza stampa tenuta alla Castiglia mercoledì mattina. La conferenza stampa è in corso. Guardala nel video qui sotto.

Abela: le misure possono essere reintrodotte

Abela ha detto che le misure di riapertura potrebbero essere invertite se il numero di ricoveri dovesse aumentare ancora una volta.

"Ora non è il momento di rilassarsi", ha avvertito.

Parlando a 13 mesi dal giorno in cui Malta ha rilevato per la prima volta il suo primo caso di COVID-19, il primo ministro ha detto che il piano di riapertura era basato su parametri chiave, tra cui un numero inferiore di casi di virus, un numero decrescente di ricoveri e tassi di vaccinazione in aumento.

Abela ha detto agli imprenditori che il governo ha fiducia in loro e continuerà ad aiutarli per tutta la durata della pandemia.

I buoni emessi dal governo per stimolare la spesa locale saranno emessi una volta che tutti i negozi e i servizi saranno riaperti, ha detto.

Il ministro della salute Chris Fearne ha sottolineato quanto sia importante per Malta rimanere nelle cosiddette "liste verdi" degli altri paesi - liste di paesi in cui le persone possono viaggiare senza restrizioni.

Essere cancellati da queste liste costerebbe a Malta la sua stagione turistica per la prossima estate, ha detto.

"È cruciale che il nostro paese sia visto come un paese sicuro, altrimenti è inutile riaprire al turismo", ha detto. Il governo ha detto che pomperà 20 milioni di euro in un piano per far ripartire il settore turistico a partire da giugno.

Il ministro ha anche detto che Malta si sta preparando per i cosiddetti passaporti vaccinali, dicendo che se altri paesi dovessero chiedere ai viaggiatori maltesi di presentare una prova di vaccinazione, "saremo in grado di fornirla".

Vaccinazione e AstraZeneca

Fearne ha sottolineato il rapido tasso di diffusione della vaccinazione a Malta.

Il 42% degli adulti ha ricevuto almeno una dose di vaccino finora, ha detto, con un tasso significativamente più alto tra le coorti di età più avanzata. Nelle case di riposo, il 96% è stato vaccinato.

Ha detto che il governo mirava a vaccinare tutte le persone vulnerabili e gli ultrasessantenni entro la fine di aprile, con il paese sulla buona strada per raggiungere l'immunità di gregge entro la fine dell'estate.

Questo calendario potrebbe essere accelerato se l'Autorità europea per i medicinali decide che il vaccino COVID-19 di AstraZeneca può essere somministrato a una popolazione più ampia. L'EMA dovrebbe fornire indicazioni sul vaccino questa settimana, in seguito alle segnalazioni di coaguli di sangue legati al vaccino in alcuni casi.

Fearne ha detto che non ci sono stati casi di tali coaguli di sangue rilevati a livello locale.

Numeri di ricovero

Anche il numero dei ricoveri è sceso significativamente, con 41 pazienti con virus all'ospedale Mater Dei a partire da martedì. A metà marzo, questa cifra si attestava su una media giornaliera di 140.

Allo stesso modo, anche il numero di pazienti in terapia intensiva è sceso drasticamente, da un massimo di 31 in marzo a otto casi attivi da martedì. A Gozo, solo un paziente è in terapia intensiva, rispetto ai cinque di marzo, ha detto Fearne.

Il capo della sanità pubblica Charmaine Gauci ha detto che la media mobile di sette giorni di nuovi casi di COVID-19 è ora scesa a 54, con il tasso di positività - la percentuale di test che sono positivi - sceso al 2,6 per cento su un periodo di sette giorni.

86% degli insegnanti vaccinati

La decisione di riaprire le scuole probabilmente dispiacerà all'Unione degli Insegnanti di Malta, che ha sostenuto che è troppo presto per riaprire le classi agli studenti, nonostante la grande maggioranza degli insegnanti abbia ricevuto la prima dose di vaccino.

Gli insegnanti sono stati spostati in cima alla lista delle priorità di vaccinazione a gennaio, dopo che hanno scioperato per due giorni per protestare contro il ritorno in classe dopo le vacanze di Natale.

Il MUT ha tuttavia notato che le restrizioni di salute pubblica vietano che più di due persone si riuniscano in pubblico o due famiglie in ambienti privati. Con tali restrizioni in atto, non aveva senso riaprire le aule e permettere a decine di studenti e ai loro educatori di mescolarsi nella stessa stanza per ore e ore.

Parlando mercoledì, Fearne ha notato che l'86% degli educatori ha finora ricevuto almeno una dose di vaccino.

Ha anche notato che le autorità potrebbero chiudere le singole scuole se si verificasse un'epidemia in una singola istituzione.

Le scuole, i negozi e i servizi non essenziali hanno ricevuto l'ordine di chiudere per almeno un mese il 10 marzo a causa di un forte aumento dei casi di coronavirus.

Questi numeri sono ora diminuiti drasticamente, tuttavia, con il paese che attualmente gode di una striscia di 11 giorni di nuovi casi a due cifre e meno casi di virus attivi che in qualsiasi momento dall'inizio di ottobre.

Altre restrizioni introdotte a marzo includevano la riduzione del numero di persone autorizzate a riunirsi in pubblico (prima fino a quattro, attualmente a due), il divieto di praticare sport organizzati, la limitazione dei servizi negli hotel, il divieto di servizi religiosi tranne i funerali e il rinvio di interventi chirurgici non urgenti.

 

logo-black

TESTO TRADOTTO DALL'ARTICOLO ORIGINALE IN INGLESE PUBBLICATO DAL TIMES OF MALTA

CONTINUATE A SEGUIRE LE ULTIME NOTIZIE AGGIORNATE SUL SITO DEL TIMES OF MALTA.

EVENTI MICC

Non ci sono eventi futuri
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
© Copyright 2021 MALTESE ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE. All Rights Reserved.