Mon - Fri: 9:00 - 17:30
Sat-Sun Closed
+356 21244895
Phone
55/1 Giuseppe Calì Street XBX1425 Ta' Xbiex Malta

EU-SILC 2022: stime sulla deprivazione materiale e sui problemi abitativi

Pin It

_EU-SILC_2022_stime_sulla_deprivazione_materiale_e_sui_problemi_abitativi.jpgL'indagine EU-SILC (European Statistics on Income and Living Conditions) 2022 ha rivelato che il tasso di deprivazione materiale e sociale si è attestato al 9,6%, mentre il tasso di grave deprivazione materiale e sociale si è attestato al 4,9%.

L'indagine sulle statistiche europee sul reddito e le condizioni di vita (EU-SILC) è un'indagine statistica armonizzata che mira a raccogliere dati comparabili su reddito, salute e disabilità, occupazione e deprivazione materiale. Le statistiche europee sulla deprivazione materiale si basano sulla capacità percepita, o meno, delle famiglie di permettersi una serie di articoli da un insieme di 13 articoli standard. Queste voci standard sono state definite a livello europeo come le componenti più rilevanti per la misurazione della deprivazione materiale e sociale (Tabella 1). Da queste componenti, l'EU-SILC ricava due costrutti principali: l'indicatore di deprivazione materiale e sociale e l'indicatore di grave deprivazione materiale e sociale.

Una persona che vive in una famiglia è considerata materialmente e socialmente deprivata se non può permettersi almeno cinque degli 13 articoli di deprivazione materiale e sociale, mentre chi non può permettersi almeno sette di questi articoli è considerato gravemente deprivato materialmente e socialmente. Nel 2022, il tasso di deprivazione materiale e sociale si è attestato al 9,6%, mentre il tasso di grave deprivazione materiale e sociale si è attestato al 4,9%, con un calo rispettivamente di 0,2 punti percentuali e di 0,5 punti percentuali rispetto al 2021 (Tabella 2).

Con riferimento a specifiche voci di deprivazione, il 33,3% della popolazione intervistata ha dichiarato che la propria famiglia non può permettersi di pagare una vacanza annuale di una settimana fuori casa. Inoltre, il 15,4% ha dichiarato che il proprio nucleo familiare non sarebbe stato in grado di far fronte a una spesa finanziaria imprevista pari o superiore a 770 euro. Inoltre, il 7,6% non si è potuto permettere di mantenere la casa adeguatamente calda in inverno e un altro 6,1% degli intervistati ha dichiarato che la propria famiglia era in arretrato con i pagamenti del mutuo o dell'affitto, delle bollette, delle rate dell'acquisto a rate o di altri prestiti.

In riferimento agli indicatori che riflettono la qualità della vita, il 7,0% ha dichiarato di non potersi permettere di riunirsi con amici/familiari (parenti) per un aperitivo/pranzo almeno una volta al mese. Un altro 10,9% ha dichiarato di non poter partecipare regolarmente a un'attività del tempo libero (come fare sport o assistere a un concerto). In ogni indicatore di qualità della vita, la percentuale di donne che non potevano permettersi un bene era superiore a quella dei maschi (Tabella 3). Per quanto riguarda la possibilità di spendere piccole somme di denaro ogni settimana per uso personale e la disponibilità di una connessione internet per uso personale a casa, rispettivamente il 12,3% e l'1,6% ha dichiarato di non poterseli permettere. La coorte degli ultra 65enni ha registrato la percentuale più alta di persone che non possono permettersi di spendere una piccola somma di denaro per se stessi (13,7%). Inoltre, il 3,9% degli ultrasessantacinquenni non può permettersi una connessione internet a casa per uso personale (Tabella 4).

Problemi con l'abitazione principale

È stato anche chiesto alle famiglie di indicare se avessero problemi con la loro abitazione principale. I problemi più frequentemente segnalati nel 2022 sono stati l'inquinamento, la sporcizia o altri problemi ambientali (32,1%) e il rumore dei vicini o della strada (28,6%). Tra le famiglie che hanno risposto, il 10,3% ha segnalato problemi di criminalità, violenza o vandalismo nella zona e il 9,3% ha dichiarato di avere problemi con l'abitazione troppo buia o non sufficientemente illuminata (Grafico 5).

Tra le famiglie che hanno segnalato problemi con l'abitazione principale, nel 2022 il 42,6% ha dichiarato di avere almeno un problema, con un calo di 2,7 punti percentuali rispetto all'anno precedente (Grafico 6).

 

logo.png

ARTICLE WRITTEN BY NSO

FOLLOW THE UPDATES ON NSO

Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
© Copyright 2024 MALTESE ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE. All Rights Reserved.